Immagine headerImmagine headerImmagine headerImmagine headerImmagine header

TASI

TASI

 

 

La TASI è dovuta da CHI POSSIEDE o DETIENE a qualsiasi titolo fabbricati, aree scoperte nonché quelle edificabili, a qualsiasi uso adibiti, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

 

 

Dal 01/01/2016 la TASI non è  più dovuta sull’abitazione principale e relative pertinenze ad eccezione delle unità immobiliari classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; L’esenzione è prevista non solo per il possessore che utilizza l’appartamento come abitazione principale, ma anche il detentore (inquilino o comodatario) che impiega l’immobile come abitazione principale (residenza e dimora). 

Dal 2016, quindi, l’inquilino (o comodatario) che detiene l’immobile, fissandovi la residenza anagrafica e la dimora abituale, cioè adoperandolo come abitazione principale, non deve più versare la sua parte di TASI. Il possessore (proprietario o titolare di altro diritto reale) continua a pagare la percentuale di sua spettanza (tra il 70 ed il 90% ) Nel caso che l’immobile sia stato locato a canone concordato, il possessore pagherà il  75% di quanto dovuto ad aliquota ordinaria. 

 

 

Nel caso di immobili locati diversi dalle abitazioni o per abitazioni non destinate dall’affittuario a propria abitazione principale il tributo TASI deve essere ripartito tra possessore ed occupante in quote da stabilirsi con Regolamento Comunale prevedendo a carico dell’occupante una percentuale compresa tra 10 e il 30 per cento. Fra proprietario e inquilino non c'è solidarietà, trattandosi di distinte obbligazioni tributarie.

I Regolamenti approvati dai Comuni dell’Unione sono consultabili nell’apposita sezione del sito.Clicca qui
 

 

Per le abitazioni principali e relative pertinenze,

 

come definite ai fini IMU, occupate da un soggetto titolare del diritto reale sull’unità immobiliare occupante e possessore “coincidono”. In caso di comproprietà, fermo restando la quota di possesso, i comproprietari sono tenuti "in solido" al pagamento del tributo trattandosi di unica obbligazione tributaria.

 

 

ALIQUOTE

 

 

Le aliquote verranno stabilite annualmente dal Consiglio Comunale, nel rispetto del limite massimo previsto dalla norma, e può anche ridurle, fino all’azzeramento. E’ possibile reperire le aliquote deliberate dai comuni dell’Unione CLICCA QUI (vai al  sito del MEF, su cui scegliere il Comune  l’anno e la delibera che ti interessa). Si ricorda che nelle more di approvazione delle aliquote TASI per l'anno di imposta, da parte dei Comuni, il calcolo dell'acconto deve essere effettuato con le aliquote dell'anno precedente, salvo conguaglio con il versamento a saldo.

 

 

DICHIARAZIONE

 

 

La dichiarazione TASI  (vedi circolare n.2/DF) deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo alla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo 

Restano in via generale valide le dichiarazioni presentate sia ai fini dell'imposta comunale sugli immobili sia ai fini dell'imposta municipale propria in quanto compatibili. 

Casi in cui deve essere presentata la dichiarazione TASI:

 

- variazioni di residenza

- affitto di immobile

- pertinenze dell'abitazione principale quando sono in numero maggiore di una per categoria catastale (C/2, C/6 e C/7) per individuare l'unità pertinenziale che per legge deve essere una per categoria;

- diritto di uso abitazione a favore del coniuge superstite ( art.540 c.c.) nei casi in cui il contribuente non ha richiesto gli aggiornamenti catastali.

- immobili per i quali non è più dovuta l’IMU: cooperative edilizie a proprietà indivisa, beni merce, i fabbricati rurali ad uso strumentale all'attività agricola, unico immobile per militare, alloggio “ex casa coniugale”.

Nel caso di occupazione in comune di un’unità immobiliare, la dichiarazione può essere presentata anche da uno solo degli occupanti.

 

La dichiarazione, ha effetto anche per gli anni successivi sempreché non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo; in tal caso, la dichiarazione va presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui sono intervenute le predette modificazioni. Al fine di acquisire le informazioni riguardanti la toponomastica e la numerazione civica interna ed esterna di ciascun comune, nella dichiarazione delle unità immobiliari a destinazione ordinaria devono essere obbligatoriamente indicati i dati catastali, il numero civico di ubicazione dell’immobile e il numero dell’interno, ove esistente.

Ai fini della dichiarazione relativa alla TASI si applicano le disposizioni concernenti la presentazione della dichiarazione dell’IMU.

Si considerano pertinenze dell’abitazione principale gli immobili iscritti nelle categorie catastali C/2- C/6 - C/7 nella misura massima di una pertinenza per ciascuna delle categorie sopradette.

Alle pertinenze è riservato lo stesso trattamento tributario dell’abitazione principale. Pertanto, in presenza di più di una unità immobiliare classificata nelle categorie C/2-C/6-C/7, il contribuente è invitato a produrre al Comune, entro il termine di scadenza di presentazione della dichiarazione TASI, apposita dichiarazione/ autocertificazione con gli estremi catastali della/e unità immobiliare/i da considerare pertinenza dell'abitazione principale, così da permettere al Comune la verifica dell’esatto adempimento degli obblighi relativi al versamento dell’imposta, che altrimenti potrebbero comportare una non corretta attribuzione della pertinenza, non disponendo degli elementi necessari alla sua corretta identificazione. Tale indicazione viene fornita a favore del contribuente che potrà così correttamente indicare quali unità immobiliari sono da considerare pertinenza della sua abitazione nel rispetto dei limiti normativi.

 

 

CALCOLO E VERSAMENTO

 

 

Il tributo TASI è versato in autoliquidazione da parte del contribuente con le stesse modalità di calcolo utilizzate per l’IMU. Nel sito dell’Unione è comunque disponibile un simulatore di calcolo. Clicca qui

 

Il versamento è effettuato con modello F24.

 

COMUNE

CODICE COMUNE/ENTE

ARCIDOSSO

A369

CASTEL DEL PIANO

C085

CASTELL’AZZARA

C147

ROCCALBEGNA

H417

SANTA FIORA

I187

SEGGIANO

I571

SEMPRONIANO

I601

 

 

CODICI TRIBUTO TASI

VERSAMENTO MODELLO F24

DESCRIZIONE TRIBUTO

Codice tributo

TASI – tributo per i servizi indivisibili su abitazione principale e relative pertinenze – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.

3958

TASI – tributo per i servizi indivisibili per fabbricati rurali ad uso strumentale – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.

3959

TASI – tributo per i servizi indivisibili per le aree fabbricabili – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.

3960

TASI – tributo per i servizi indivisibili per altri fabbricati – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.

3961

 

 

Regolamenti TASI

 

Delibere TASI (vai al  sito del MEF, su cui scegliere il Comune  l’anno e la delibera che ti interessa)

 

Modulistica

 

Vai al calcolo TASI

    IN PRIMO PIANO

    • Artigiani a palazzo
      ARTIGIANI A PALAZZO
        Artigiani a palazzo - Palazzo Nerucci Castel del Piano -   12 Luglio   Neil Adams, falegnameTiziana Benedetti, miniaturistaMarcella Fazzi, ricamoAgostina Gualdani, lavori con ami...
    • PACCHETTO SCUOLA
      PACCHETTO SCUOLA
      Con determinazione n.1206 del 25.06.2019, l'Unione Comuni Montani Amiata Grossetana ha approvato la graduatoria degli idonei per l'assegnazione dei contributi relativi al “Pacchetto Scuola a.s. ...
    • Nido sessione estiva anno 2019
      NIDO SESSIONE ESTIVA ANNO 2019
      Sono aperte le iscrizioni al Nido d'infanzia Amiata Grossetano - sezione di Arcidosso e Santa Fiora per la sessione estiva anno 2019 dal 02/05/2019 al 01/06/2019 Per visualizzare la documentazione al...
    • Cedole librarie
      CEDOLE LIBRARIE
      L’unione dei Comuni Amiata Grossetana, con l’obiettivo di provvedere alla fornitura gratuita dei libri di testo agli alunni della scuola primaria,indice una selezione pubblica finalizzat...
    • Pacchetto scuola 2019-2020
      PACCHETTO SCUOLA 2019-2020
      "PACCHETTO SCUOLA" a.s. 2019-20   E' possibile presentare le domande dal giorno 10 APRILE 2019 ENTRO E NON OLTRE il 10 MAGGIO 2019. Con D.D. n. 696 del 09.04.2019 l’Unione dei Comuni Mo...
    Leggi tutto

    Pagamenti con PagoPA - IRIS

    Pagamenti con PagoPA – IRIS  Gli utenti possono effettuare pagamenti spontanei (bollettini bianchi) mediante il sistema PagoPAattraverso la piattaforma IRISdella Regione Toscana. ...Leggi tutto

    Privacy

    PrivacyA partire dal 25 maggio 2018 è direttamente applicabile in tutti gli Stati membri il Regolamento Ue 2016/679, noto come GDPR (Ge...Leggi tutto

    PEC POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

    Posta Elettronica Certificata (PEC) istituzionale
    unione.amiata.gr@postacert.toscana.it

    maggiori informazioni

    Unione dei Comuni Montani Amiata Grossetana
    Sede Legale: Loc. Colonia 58031 Arcidosso (GR)
    Tel. 0564.965111 - Fax. 0564.967093
    C. fiscale e P. IVA 01499380531
    PEC: unione.amiata.gr@postacert.toscana.it

    Pagopa   

    Privaci policy   Elenco siti tematici   Note legali

     

    Conforme allo standard xHtml Strict 1.0 Conforme allo standard CSS 2.1
    Conformità al livello Tripla-A del Linee Guida sull'Accessibilit‡ 1.0 del W3C-WAI Feed RSS 2.0 conforme - News Unione Comuni Montani Amiata Grossetana
    Data Pos - Soluzioni e servizi I*net